martedì 29 maggio 2012

riflessioni

conoscete il panico da pagina bianca? Io si, era quello che provavo ogni volta mi apprestavo a riempire un foglio per un compito di Italiano. poi la mia mente si apriva e, in men che non si dica, partivo in quarta e mi fermava solo lo scadere del tempo.
Vorrei iniziare questa mia riflessione urlando tutta la mia amarezza. Ieri di nuovo la solita battaglia con una associazione benefica che si eroga il diritto di avere l'esclusiva sul territorio italiano. Tutto quello che facciamo noi deriva sempre dal loro agire ma anche dai loro pensieri. Quanto si sbagliano!
C'è la convinzione in questa gente che noi stiamo là a guardare e a controllare cosa fanno per trarre spunto per la nostra associazione, e pensare che non visto il loro blog da mesi! Ieri invece l'ho fatto ed ho scoperto, con mia grande soddisfazione, che sono loro che traggono spunto da noi. Prima si occupavano solo di capi in lana, noi abbiamo iniziato con lenzuolini e bavini e voilà ecco che magicamente anche loro iniziano a chidere questi capi. Prima si occupavano solo di ospedali ma visto che noi consegnamo anche ad associazioni che operano nel circuito internazionale anche loro hanno iniziato a spaziare in questa direzione. Abbiamo consegnato alla protezione civile in occasione dell'alluvione della lunigiana e un mese dopo erano in prima fila a Genova, dopo il disastro accaduto in quell'orribile giorno! E allora mi chiedo: perchè non ti arrabbi e non scrivi queste cose, perchè non le rendi pubbliche come fanno loro? Così in men che non si dica i tuoi contatti inizieranno una sequenza di insulti nei loro confronti? Perchè non è quello che voglio! Il mio unico scopo è aiutare i bambini e se le mie idee vengono usate (non sapevo che ci fosse anche il copyright sulle idee, l'ho scoperto ieri) per migliorare e per aiutare gli altri ben vengano.
Quando accadono queste cose ti senti svuotata dentro, quando leggi in una pagina pubblica di Facebook " non ho mai capito questa scelta. Liberissime, ma almeno inventassero qualcosa di nuovo invece di sfruttare i nostri sforzi e il nostro lavoro, che è proprio tanto e moltiplicato per mille se pensi alle famiglie, alle grane, al tempo che non c'è mai. Poi rilasciare interviste dicendo E' Una Nostra Idea e citando pari pari le cose che ho detto io, no, questo mi ha fatto uscire dai fogli."
ti rendi conto che la presunzione è per loro un pregio! Addirittura ho citato le loro parole? E come avrei fatto se neppure le conoscevo?
"E poi sfruttando contatti già presi da noi, giocando con l'ambiguità del nome, ....."
e anche qui una grossa bugia, non abbiamo mai sfruttato un  loro contatto, semmai è accaduto l'esatto contrario, per farvi un esempio, l'ospedale di Careggi a Firenze. Ci siamo state un anno fa, abbiamo consegnato cappellini e scarpine e oggi, magicamente, quell'ospedale rientra tra i loro contatti. Strana la vita, strana davvero.
e poi, quando io intervengo in quell'orribile discussione leggo con amarezza queste parole: " Nessuno ha mai messo in dubbio nulla, e mi pare che sia stato ampiamente dimostrato. So bene che quando si sposa in pieno un'iniziativa, un gruppo, una causa, si fa di tutto per difenderla, e meno male che è così. Nessuno ha mai detto che voi aveste secondi fini o altro." e mi chiedo: ma questa gente è davvero consapevole di quello che dice? Dopo un attacco durato una giornata, dopo che persone che neppure ci conoscono ci hanno definite meschine e bugiarde leggo che non hanno mai messo in dubbio nulla? Allora si mi avvilisco perchè non riesco a capire! Offendi e attacchi gli altri per farti grande e per cercare notorietà o lo fai solo perchè ne sei convinta? Se la seconda ipotesi fosse vera perchè smentisci quanto hai detto in precedenza?
Sono stanca di questa storia, sono stanca di vedere quanta cattiveria si scatena da due parole messe in riga anche male, sono stanca nell'apprendere che tutto è partito da una lettera anonima. E si, proprio così da una lettera anonima di qualche persona talmente cattiva nell'ainima che spera di farci perdere credibilità. Che si faccia avanti questa bella persona, che si dichiari pubblicamente, che ci metta la sua faccia dietro le sue parole, quella faccia che ci ho messo fin dal primo giorno e per la quale sono stata anche criticata e definita una che vuole mettersi in mostra! Si preferisco mettermi in mostra piuttosto che agire subdolamente alle spalle di qualcuno per distruggerlo senza capire, credo proprio che qui dimostri che la sua materia grigia è veramente limitata se non assente, che chi sta danneggiando non sono io o le mie collaboratrici, o la mia associazione, o il mio forum ma i bambini, quei bambini che tutti i giorni, da un anno e mezzo, aiutiamo! Grazie signora anonima, grazie tante per la sua generosità spero solo che la sua vita, già di sicuro vuota, rimanga tale e che un giorno si trovi a dover contare sugli altri e che gli altri le dicano "mi dispiace, purtroppo ci hai distrutto, arrangiati".

6 commenti:

  1. Giuly
    non te la prendere. Invidia e cattiveria hanno sempre la meglio sul buon senso e la collaborazione.
    Tante mani che sferruzzano per i bimbi bisognosi sono sempre poche..... auspichiamo insieme che altre mani si aggiungano, non importa a quale iniziativa, e che tutte insieme lavorino e magari collaborino per portare aiuto là dove serve.
    Ti abbraccio forte
    Lella

    RispondiElimina
  2. Beh magari avreste potuto scegliere per la vostra associazione un nome diverso: loro si chiamano "cuore di maglia" e voi "la maglia del cuore"..avrebbe sfatato ogni dubbio di plagio, visto che l'idea di fondo, raccogliere indumenti fatti a mano soprattutto in lana per i bambini degli ospedali, è la stessa e l'hanno comunque avuta loro per primi .

    RispondiElimina
  3. e no, mi spiace noi siamo "la maglia del cuore di Megghy.com" e le garantisco che per quanto ci riguarda non abbiamo mai incontrato nessuno che ci ha confuso con loro.
    Chi si lamenta lo fa solo perchè, pur sapendo dove abbiamo consegnato noi, forse per facilità, forse per mania di protagonismo, si rivolge a quelle stesse strutture. Il rispetto degli altri sta proprio in questo! Io so che in Piemonte ci sono loro e, se anche ho avuto delle richieste da alcuni ospedali (chissà perchè hanno cercato noi e non loro) ho semplicemente risposto che non abbiamo intenzione di invadere il territorio di altri cosa che invece non può dire la signora presidenetssa che ha invaso la Toscana con le sue ambasciatrici solo per dimostrare che sono più grandi e più importanti di noi. Ma a me va bene così, ci sono tante di quelle realtà che hanno bisogno di aiuto che di sicuro, neppure se fossimo 200 associazioni, basterebbero ad accontentare tutti.

    ps: la prossima volta eviti di intervenire in maniera anonima.

    RispondiElimina
  4. Ciao Giuly sono Stefy64 voglio partecipare a questa discussione per dirti di non prendertela di tante cattiverie gratuite....il nostro lavoro viene fatto con il cuore e non con l'arroganza come certe persone fanno!......Hai detto bene ci sono tantissime realta' che hanno bisogno del nostro aiuto allora dedichiamo il nostro tempo ad aiutare i nostri bambini e non a farci la guerra, chissa' poi per che cosa!solo per essee al centro dell'attenzione, a noi non interessa essere al centro dell'attenzone ma solo aiutare chi ha veramente bisogno.....un grande abbraccioa tutte le Forumine e allo splendido lavoro che stanno facendo.Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma si, grazie Stefania!

      Oggi si attaccano ad un nome, domani ad un ospedale, dopodomani chissà......... Si sentono le padrone del mondo e che lavorino. Sai cosa mi fa arrabbiare di più? Il fatto che critichino persino i nostri lavori. E pensare che quando ricevettero il nostro pacco ci riempirono di complimenti. Strana gente davvero, di corta memoria. vedrai presto inizieranno anche con le sciarpe e i cappelli per i senzatetto o con i vestitini di cotone per i bambini dell'Africa, o con i piumoncini petchwork come quelli bellissimi che avete fatto tu e Anna. Poi siamo noi che copiamo loro!!

      Elimina
    2. ..che pena..

      Elimina